Benvenuto autunno!

Anche se ufficialmente è con noi già da qualche giorno, solo ora mi accorgo dell'arrivo dell'autunno.
Le temperature si sono abbassate, ho tirato giù dall'armadio qualche maglione in più e il fico che vedo dalla finestra mentre sono al computer ha cominciato a perdere le foglie. Presto dovrò potare le rose che mia madre potava per me e scaldare con morbide coperte le ceste dei miei gatti.
Amo l'autunno come amo la primavera. Mi piacciono i cambiamenti che si vedono nelle piccole cose. La promessa di qualcosa che verrà.
Ho sempre considerato l'autunno come il vero inizio di un nuovo anno. Il momento in cui ci si predispone in modo diverso agli impegni di sempre, ci si ferma a fare il punto della situazione, si prepara il giardino all'inverno e si fanno nuovi propositi. Finire il libro che si sta scrivendo, per esempio, o iniziare un corso di Yoga per non permettere che gli impegni del resto della famiglia sovrastino i nostri.
Quando ancora andavo a scuola (una vita fa!), l'autunno era il momento di comprare zaini, libri e quaderni e di rimpolpare il guardaroba. Era il momento in cui ti veniva offerta l'opportunità di scegliere uno sport o qualche attività extrascolastica. Era il momento in cui speravi di ritrovare i vecchi compagni di classe (i più simpatici possibilmente), o di potertene fare di nuovi.
Ora che siamo grandi e con il freddo e il buio che arriva presto staremo tutti più a casa, consiglio di segnare questo momento di passaggio con qualcosa che ci gratifichi. Nuove penne (sono una collezionista!) o nuovi quadernini per prendere appunti, qualche pietra portafortuna sulla scrivania (io ho sempre il quarzo rosa che mi ha regalato mio figlio), per esempio. Un nuovo sport, o lo stesso di sempre, se ci fa stare meglio. E poi trovare il tempo per due chiacchiere davanti al camino con amici, caldarroste e vino rosso.
La cosa migliore sarebbe considerare anche la nostra vita come un giardino che si prepari all'inverno, per tagliare senza remore i rami ormai secchi e dare la possibilità a quelli nuovi di spuntare. Per viaggiare leggeri e non permettere a nessuno di costringerci ad essere quello che non siamo.
Benvenuto autunno!

Nessun commento:

Posta un commento